Skip to content

“Donne e culture”: Silvia Dumitrache e Ludmila Chivriga

04/04/2012

  Il 30 marzo 2012 al Palazzo Reale di Milano e’ stato organizzato l’incontro del Gruppo di Lavoro “Donne e culture” dove hanno partecipato diverse associazioni e organizzazioni a dibattere argomenti come: integrazione, culture diverse, problemi d’immigrazione; protagoniste le donne.

All’ incontro hanno partecipato anche la presidente dell’Associazione delle Donne Romene in Italia, Silvia Dumitrache e il presidente dell’ Integrazione in Italia, Ludmila Chivriga, che hanno portato in tema l’amore, le donne che lasciano a casa i propri figli nel paese di origine per andare a lavorare

Silvia Dumitrache ha parlato del movimento al femminile e degli orfani bianchi e dell’ amore per i figli che rappresentano un problema sociale con riscontri sul futuro, anche della cultura.

Sul Progetto “La mamma ti vuole bene!, creato per sostenere la comunicazione audio-visiva con i membri di famiglia che lavorano all’estero, per prevenire e ridurre il numero in continua crescita di suicidi e omicidi tra i bambini rimasti in Romania, ha parlato la signora Silvia Dumitrache, coordinatrice del progetto:

“Ci sono 1 milione di orfani bianchi in Romania, alcuni di loro si tolgono la vita, circa uno ogni 3 mesi. Il fenomeno chiamato la “Sindrome Italia” colpisce le donne che fanno la badante, colf, baby-sitter in case italiane. Secondo me e’ importante aiutare le persone invisibile, le donne non sono qui perché fanno la badante 24 ore si 24 in una casa dove non hanno accesso ai mezzi di comunicazione, in seguito non vengono neanche rappresentate. Queste donne non hanno la possibilità di portare qui i loro figli perché, di solito, condividono la stanza con la persona che curano. La mia amarezza e’ quella che le romene che lavorano in Italia con le famiglie già qui non pensano a quelle che questa possibilità non ce l’hanno, che stanno veramente vivendo un dramma – un dramma nazionale. Noi abbiamo il Progetto “La mamma ti vuole bene” che va svolto nelle biblioteche pubbliche perché e’ un luogo di cultura, e’ un luogo gratuito dove la bibliotecaria e’ una figura femminile, tante volte anche mamma. In Romania c’è una rete di 150 biblioteche pubbliche dove i figli possono recarsi a parlare con le mamme, seguiti dalla bibliotecaria.”

Riguardo ai figli degli immigrati che hanno avuto la fortuna di venire in Italia a vivere insieme alla loro famiglia, con la mamma, la dichiarazione di una donna – di origine senegalese – ha fatto un po’ sconvolgere, me inclusa, dicendo che lei vorrebbe mandare i suoi figli a studiare in Senegal, sottolineando la sua cittadinanza italiana , per un “futuro migliore”. Giustamente ognuno pensa al meglio per i suoi figli, pero’ e’ in contraddizione con il sacrificio di portare i figli vicino a te per poi mandarli indietro. A questa signora risponde una mamma, una donna che sa cosa vuol dire la “battaglia” con la burocrazia legale, e non solo, per avere i figli vicino a lei in Italia. Parlo della presidente di Integrazioni in Italia, Ludmila Chivriga che dice:

 “Io ho due figli e non li manderei mai in Moldavia per farli crescere e studiare , anzi cerco di aiutare i genitori che vogliono e non possono portare i figli qui. Mandare i figli indietro e’ un egoismo! Io arrivo dalla Moldavia e per portarli qui prima ti devi regolarizzare, dopo devi fare il ricongiungimento familiare, attendere 18 mesi e ogni giorno incontro una famiglia che vuole portare i figli qua per farli studiare, per stare insieme.(…)”

Ludmila Chivriga ha parlato anche della possibilità di organizzare una festa dei popoli ed eventi dove ognuno può porta il bello della loro cultura, tradizioni e cosi’ via.

Per maggior informazioni:

Associazione delle Donne Romene in Italia(fb), Via Friuli 8/A Milano

Integrazione in Italia(fb), Via Camillo Ugoni, 16 Milano

   Ramona Ilies

 

From → In Italian

One Comment

Trackbacks & Pingbacks

  1. “Donne e culture” « integrazioneinitalia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: