Skip to content

Sotto il mio burqa di Ingrid Beatrice Coman

08/02/2012

Che cosa provi quando senti il suono triste del mio passo
E quando guardi la fortezza che mi hai ricucito addosso?
Vuoi che ti parli della luce, del mio cielo spezzettato
Di che sapore abbia l’aria nel mio respiro imbavagliato?
Di che amore vuoi amarmi su questo letto di fatica
Se le tue dita sono cieche sulla mia pelle indurita?
Se il tuo inferno sono io e il mio cuore è dannato
Se ogni piccola carezza ha il sapore del peccato?
Sarà perché ti fa paura questo mistero che ho dentro
Che vuoi incidere col sangue la tua legge sul mio ventre?
Amore mio sconosciuto, gemello della stessa fame
Se scagli tu la prima pietra che altro Dio mi rimane?

Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: